Al lavoro per abbattere le differenze di genere

Prima assemblea ordinaria per il board dell’associazione composta da più di 60 imprenditrici e libere professioniste del settore marittimo: “Con entusiasmo per incoraggiare una maggiore presenza delle donne”

Con la prima assemblea ordinaria, ospitata lo scorso 31 gennaio dalla sede di Assolombarda a Milano, è ufficialmente iniziata la missione del nuovo consiglio direttivo di Wista Italy, l’associazione nata con l’obiettivo di valorizzare i talenti femminili e abbattere le differenze di genere che ancora insistono nel settore marittimo e all’interno delle compagnie armatoriali e composta da oltre 60 socie imprenditrici o libere professioniste che operano nel settore marittimo. Cinque, in particolare, i punti fissati dal programma del consiglio direttivo: si punterà sulla cura dei rapporti istituzionali, sulla partecipazione agli eventi, su internazionalizzazione, formazione e comunicazione. E’ quanto sottolineato da Paola Tongiani, la nuova presidente, dottore commercialista revisore e consulente aziendale, che succede a Daniela Aresu. Il nuovo board, ufficialmente eletto a Genova lo scorso novembre, è composto dalla vice presidente Costanza Musso, dalla tesoriera Gabriella Reccia, dalla contact person Barbara Pozzolo, da Mariaceleste Lauro, delegata da Wista Italy alle relazioni esterne e dai proibiviri Michela Fucile, Monica Bertacca e Alberta Frondoni.
“L’obiettivo fondamentale – spiega la presidente Paola Tongiani – sarà quello di incoraggiare e sostenere una sempre più significativa presenza delle donne, in ambito marittimo, negli organi decisionali nel privato e nel pubblico”. Nel 2020 saranno organizzati una serie di eventi di formazione rivolti alle associate; Wista Italy prevede inoltre la partecipazione a iniziative legate al Versilia Yachting Rendez-Vous di Viareggio (28-31 maggio), alla Wista international AGM Annual Conference (in programma ad Amburgo dal 16 al 18 settembre) e, infine, alla Naples Shipping Week (in programma a Napoli dal 29 settembre al 2 ottobre).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *