Poche donne e basse retribuzioni anche nello shipping

E’ quanto emerge nell’intervista a Greta Tellarini, professore di Diritto della Navigazione dell’Università di Bologna e Socia WISTA Italy, pubblicata sul Corriere Marittimo.

Il video con l’intervista completa:

Su 1 milione e 200 mila marittimi in attività a livello globale, le donne rappresentano solo il 2% spiega Tellarini – numeri molto allarmanti se si considera che di questo 2% più del 90% sono impiegate nel settore crocieristico.

Difficoltà di accessoo ai livelli managerali e di vertice aziendale che spiega le retribuzioni più basse delle donne rispetto agli uomini (gap di gender retributivo). Al quale si aggiunge il minore accesso delle donne ai settori tecnologici ed informatici, anche questo fattore che concorre a determinare un grado di retribuzione inferiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *